.
Annunci online

  ilMaLe Non c'è giustizia senza libertà. Il blog di Leonardo Marzorati.
 
Diario
 


PATRIA

 


25 febbraio 2009

Il design in mostra in Brianza

Il buono, il brutto, il cattivo


Nella cittadina brianzola di Giussano fino al 29 marzo c'è una interessante mostra sul design. La mostra, con ingresso gratuito, espone elettrodomestici che hanno fatto la storia della società italiana dalla metà del '900 ad oggi.




C’è del buono nel design italiano? La risposta che dà la mostra di Villa Sartirana sembra essere  sì. Giovedì sera alle 21, nella struttura di via Carroccio, è stata inaugurata la mostra “Il buono, il brutto, il cattivo. Il good design tra storia e futuro”. La mostra, a cura di Didi Gnocchi e Francesca Molteni, ripercorre la storia del design innovativo applicato ai piccoli elettrodomestici. La mostra è aperta nei giorni feriali dalle 15 alle 18, il sabato e i festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.30. Il lunedì è chiusa al pubblico.

Nelle sale della villa sono state inserite prodotti di uso quotidiano che hanno fatto la storia e che hanno lasciato un buon segno. Ci sono le tv dal gusto pop della Brionvega. Dell’azienda friulana sono esposti diversi prodotti. Si passa dalla TV Doney alla radio TS 502. Questa radio fu disegnata negli anni ’60 da Richard Sapper e Marco Zanuso. A quest’ultimo designer, scomparso nel 2001, è dedicata anche una dettagliata scheda sul suo brillante percorso artistico. In una sala un altro grande del ‘900 è ricordato con un filmato: Bruno Munari. L’eclettico artista milanese aveva celebrato come massimo simbolo della perfezione l’arancia. Nel filmato si mostra come un semplice agrume può essere molto più “good” di tante idee impostate dall’uomo. I contributi scritti di importanti designer e critici d’arte ragguagliano il visitatore su cosa è buono, cosa è brutto e cosa è cattivo. Per Cini Boeri è brutto design ciò che non ti spiega il suo utilizzo. Un esempio sono delle piccole riproduzioni della robottina EVE del film “Wall E” : il loro utilizzo resta un mistero per la maggioranza del pubblico. Per Richard Sapper la Smart è brutto esempio di design. Mario Bellini considera un cattivo design lo spremiagrumi di Philip Stark: è un’opera d’arte, ma non separa il succo dai semini. Per Michele De Lucchi bellezza, bruttezza e cattiveria sono complementari in un’opera di design. Il buon design lo si ricava dalla concorrenza. In questo contesto si incastra la stanza in cui sono esposte macchine della Braun e della Apple. La Braun negli anni ’50 e ’60 realizzò radio, giradischi, ventilatori e rasoi il cui stile pare innovativo ancora oggi. La Apple partì alla fine degli anni ’70 a produrre i primi personal computer. Quelli esposti a Giussano sembrano dei veri e propri ruderi, pur trattandosi di prodotti realizzati una ventina di anni dopo gli innovativi elettrodomestici Braun. Sembra passare un abisso di tempo tra il Macintosh del 1984, il Mac del 1999 e l’Iphone del 2007. In poco più di vent’anni l’azienda Apple sembra essere passata dalla preistoria al futuro. Nel corso degli anni, un’opera geniale ha saputo accostarsi a una bella estetica, per poter raggiungere la qualifica di “buon design”. Come ha spiegato Mario Bellini: «Il buon design è il buon progetto. È qualcosa disegnato bene». L’innovazione, l’impegno per trovare qualcosa che sia bello senza far perdere la sua essenziale utilità. Questo è il buon design. Questo è ciò che la mostra trasmette al visitatore.


Ma.Le.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Giussano Design Mostre

permalink | inviato da ilMaLe il 25/2/2009 alle 22:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

sfoglia     gennaio        marzo
 

 rubriche

Diario
Corsivo
La taverna dell'artista
My sexy lady
Vignette del giorno
Opere
L'eroe del giorno

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Corrias - Gomez - Travaglio
dOdO
Longobardo
Grandmere
Tess
Lorenza
Paolo Borrello
Efesto
Testa Bislacca
Esperia
Giovanni P.
Ekalix
Blimunda
Adriano Maini
DolceLei
Post-universitari
Jacopo Stissi
Francesco Ratti
Lucilla Pirovano
Sbriciolina
Marco del Ciello
Diego Dantes
Eugi Gufo
Daniela
Valentina Li Puma
malissimo
C.N.I.
Caffefreddo
Ubikindred
Galatea 2
Non avrai il mio scalpo
Viaggio
Gattara
andrea el pablo
Ciociaria
Portos
Gians
Miss Welby
Valentina Demelas
Marzia Cangiano
Milliz
L'ape Giulia
Mokella
Geco
Enzo49
Zanzarana
Francesca Bertoldi
Winston Blu
Le mille e una donna
On the road
Lupo Abruzzese
Corrispondenze
Kataklismi
dawoR
Fabioletterario
Terzo Stato
lafranzine
Giulia
Martenot-Neon
Inutile Blog
Raccoon
Capemaster
Persbaglio
Aislinn
Mietta
Accadde
Zenigada
Rosaspina
LoStonato
Avantè
Codadilupo
Sogniebisogni
Pasquino
Grillo Parlante
Annina
pronta a partire
Raser
Urania
Lou Mogghe
Markino
Giornalettismo
Irlanda
Rip
e=mc2
Adele Parrillo
Eli & Pier
Arciprete
Penna Rossa
Rossoantico
il Povero
Galatea
Triton
Garbo
CastenasoForever
Piergiorgio Welby
Fortezza Bastiani
Alessio Moitre
combatrocker
Stefano Mentana
Zeroboy
Bazar delle parole
poverobucharin
Ombra
ilbaco
Fabio
Calimero
Letizia Palmisano
Annie 80
aegaion
Kurtz
Irek
Marla
La Carezza
Anthemis
Soviet
Kia
Giuseppe Cristallo
Alessandra Lepori
Luca Bagatin
Rojarosevt
Fioredicampo
Isabella
Carmela
Lamellari
Liberolanima
La Piuma
Ninetta
Studium
Esperimento
nuvole barocche
Luigi Rossi
Emanuele e Tiziana
Specchio
Valigetta
Tediodomenicale
Marcoz
Strega Scalza
Ciro Monacella
Espressione
Vulvia
Raissa
Elisa Rebessi
Guevarina
Ambrosia
Alice
Andrea Massironi
Conte
Andrea Ferrari
Jack Leopardi
Alessandro Russo
Roberto Giacchetti
Enrico Brizzi
Toleno
Egine
Francesco Magni

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom