Blog: http://ilMaLe.ilcannocchiale.it

Irritati da un film

Titolo: La felicità porta fortuna - Happy Go Lucky
Cast: Sally Hawkins, Alexis Zegerman, Samuel Roukin, Eddie Marsan, Andrea Riseborough
Regia: Mike Leigh
Sceneggiatura: Mike Leigh
Genere: Commedia
Produzione: Regno Unito
Anno: 2008



La spensierata insegnante di scuola elementare Paulette detta Poppy (Hawkins) subisce il furto della sua bicicletta. Decide quindi di prendere la patente. Il suo istruttore è il fanatico religioso e razzista Scott (Marsan). Una ragazza con l'allegria sempre in corpo finisce per turbare un paranoico esaltato come Scott. Le guide sono quasi una sorta di trauma per l'istruttore. La ragazza invece vive serena, con un eccessivo ottimismo in corpo. E' bella, ha delle amiche invidiabili e trova pure l'amore. Sembra non prendere mai nulla sul serio e per questo ha rotto definitivamente con la madre e in parte con la sorella sposata. Mentre la sorella sottomette il marito al ruolo di servetto, Poppy si gode la vita col lavoro, le sbornie e i sentimenti.
Tempo fa con mio fratello vidi Funny Games di Michael Haneke. Lui lo definì un film irritante. A me pare irritante La felicità porta fortuna. O meglio, è irritante la figura centrale del film: Poppy. La bravissima Sally Hawkins (Orso d'Argento come migliore attrice) svolazza tra casa, lavoro e pub con un'irritante allegria. La sua ironia spiccia è totalmente fuori luogo nelle pratiche di guida. Lei ha di fronte un fanatico frustrato: dovrebbe capire che con certe persone non si può sempre scherzare. Ma Poppy va avanti: lei ottiene felicità e fortuna, ma non la trasmette di certo allo spettatore. Mike Leigh ci aveva emozionato tantissimo con Segreti e Bugie e Il segreto di Vera Drake. Qui, l'espero regista britannico riesce solo a farci uscire dalla sala incazzati con la voglia di cantarne quattro alla protagonista.

Ma.Le.

Pubblicato il 9/5/2009 alle 11.23 nella rubrica La taverna dell'artista.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web